Lollipop Chainsaw

Game Info

GAME NAME: Lollipop Chainsaw

DEVELOPER(S): Grasshopper Manifacture

PUBLISHER(S): Warner Bros. Interactive

PLATFORM(S): PS3 / XBOX 360

GENRE(S): Hack n’ Slash

RELEASE DATE(S): Europa: 15 Giugno

SUDA 51 è senza ombra di dubbio una delle menti più fervide che l’industria videoludica ha avuto modo di conoscere negli ultimi anni.

Il suo stile eccentrico ed assurdo ha sempre donato un tono assolutamente unico alle sue produzioni offrendo spunti interessanti e mai banali anche se basati su idee semplici.

L’anno scorso avevamo avuto modo di giocare allo splendido Shadow of The Damned che, ripescando a piene mani dal gameplay di Resident Evil 4 e 5, offriva un survival horror tanto assurdo quanto qualitativamente elevato.

Questa settimana approda nei negozi questo nuovo progetto chiamato Lollipop Chainsaw, un hack n’ slash per questa calda Estate.

Andiamo quindi subito a vedere assieme se il nuovo lavoro del maestro SUDA ha centrato in pieno il suo obbiettivo o se si limiterà ad intrattenere senza rimanere nelle menti dei giocatori.

Lollipop Chainsaw è ambientato alla San Romero High School dove controlleremo la neo diciottenne Juliet Starling che si ritroverà a dover affrontare orde di zombie evocati dal malvagio mago Swan, ex compagno di scuola della dolce protagonista.

Ad accompagnarci in questo massacro zombie troveremo il nostro fidanzato Nick, di cui rimane solo la testa, e la nostra agguerrita famiglia che da generazioni si dedica al massacro dei “non morti”.

Lollipop Chainsaw non brilla certo per una trama profonda, intricata o complessa, ma grazie ad i suoi personaggi carismatici come pochi, le situazioni assurde e l’aria da trash/horror movie anni 80 crea un’ambiente che non mancherà di divertire i giocatori.

Aleggerà difatti per tutto la vostra permanenza in game, quella sensazione di divertimento spensierato che pochi giochi sono in grado di offrire in modo così naturale.

La follia inserita nei titoli del producer non è l’unico lato positivo delle sue creazioni. A contraddistinguersi infatti è anche il ricercato gameplay che ha sempre una profondità di fondo che raramente si trova nei titoli odierni.

Abbandonati i sistemi da survival horror shooter che tendenzialmente troviamo all’interno dei titoli farciti di zombie, quello che offre Lollipop Chainsaw è un gameplay da hack n’ slash.

La nostra sensuale cheerleader, armata di motosega, si dimenerà fra orde di zombie con un comparto mosse tanto assurdo quanto vario ed appagante.

Nel titolo avremo modo di utilizzare colpi leggeri e potenti che ci permetteranno di eliminare manciate e manciate di zombie con una fluidità e, concedeteci, sensualità non indifferente.

Seppur non offrendo una profondità di combo del calibro di alcuni action alla stregua della serie Devil May Cry, il titolo lascerà una grande varietà di mosse al giocatore che avrà modo di eliminare i non morti in tanti modi differenti.

A questo si va poi ad aggiungere la possibilità di acquistare vari attacchi dal negozio che amplieranno ulteriormente le nostre mosse per la disinfestazione dei non morti dalla scuola.

A concludere il tutto poi troviamo la varietà dei nemici, con diversi tipi di zombie più o meno coriacei, e soprattutto le assurde mosse finali che, ripescando il proprio stile da No More Heroes, ci permetteranno di eliminare in maniera ancora più cruenta gli sfortunati bersagli.

Da premiare poi vi sono le boss fight che si mostrano tutte davvero molto varie e divertenti grazie al carisma degli avversari ed alla loro struttura abbastanza diversificata.

Prima di concludere con il gameplay una piccola cosa: il titolo non offre una gran longevità, per completare la campagna serviranno circa 6/8 ore, ma dispone di una grande rigiocabilità.

L’ultima follia di SUDA 51 infatti basa il suo sistema sul classico arcade dove battere record e punteggi è alla base dell’esperienza videoludica.

Per godere al meglio dell’esperienza infatti dovrete tenere ben presente che una volta completata l’avventura il gioco non terminerà dandovi la possibilità di migliorarvi sempre.

Tecnicamente il titolo è davvero valido.

La grafica esalta pienamente personaggi ed avversari con un character design d’eccezione reso perfettamente dal cell shading che tramuta il tutto in ancora più assurdo e folle.

Proprio i personaggi sono uno dei punti forti del gioco e si mostrano realizzati alla perfezione, con una personalità ben distinta ed una follia unica che non mancherà di strappare un sorriso.

Inoltre lo stile da comic book americano si sposa perfettamente con quello del gioco offrendo un background colorato e menu ed icone a schermo perfettamente in sintonia.

Gli effetti non mancano, ad ogni colpo avremo modo di ammirarne l’efficacia grazie ad un buon livello di dettaglio che aiuterà ad enfatizzare le situazioni con un tono ancora più divertente.

Il comparto sonoro, che vanta la partecipazione di Jimmy Urine dei Mindless Self Indulgence, si mostra come una delle parti più riuscite del titolo, con un’ottimo doppiaggio in lingua inglese e splendide musiche che ci accompagneranno nei massacri con ritmi vivaci ed accattivanti.

Lollipop Chainsaw ci ha stupiti positivamente. Pur non trattandosi di un capolavoro assoluto infatti il nuovo prodotto Grasshopper Manufacture ci è piaciuto.

Il suo grande pregio è quello di essere un titolo che, seppur non privo di difetti, diverte dall’inizio alla fine e riuscirà a rendere felici sia gli hardcore gamers, che inseguiranno il punteggio più alto, sia i casual gamers.

Lollipop Chainsaw è assurdo, surreale e stupido, ma grazie a queste caratteristiche è anche un divertente e spensierato, e come tale per noi vale l’acquisto anche solo per distrarsi da tutti i problemi e le preoccupazioni del mondo reale.

PROMOSSO !!!

lollipop_chainsaw_cover
7.7 Overall Score
Grafica: 8/10
Gameplay: 8/10
Longevità: 7/10

E' fottutamente divertente !!!

Longevità un po' scarsina ...


Author: Tia & Leo Vedi tutti gli articoli di Tia & Leo
"Tante vite e poi... si muore."

Lascia un Commento