Gravity Rush

Game Info

GAME NAME: Gravity Rush

DEVELOPER(S): Sony Studios Japan

PUBLISHER(S): Sony Computer Entertainment

PLATFORM(S): PS VITA

GENRE(S): action/adventure

RELEASE DATE(S): Europa: 13 Giugno

PS VITA è una console appena nata, e come tale ha molto da offrire a tutta la sua utenza che dopo la titanica line up di lancio, non ha più mostrato titoli di alto livello.

Le cose cambiano però questa settimana in cui per la portatile Sony arriva uno dei titoli che potrebbe valere, ovviamente insieme allo splendido Uncharted, l’acquisto della console.

Stiamo parlando di Gravity Rush, creato da Sony Studios Japan che con un’ambientazione accattivante, una sexy protagonista, ed un gameplay innovativo, tenta di spiccare fra i titoli di PS VITA.

Avevamo già avuto modo di testare con mano Gravity Rush all’uscita della console in territorio nipponico grazie ad una bella demo ed avevamo già espresso i nostri pareri positivi, ma saranno rimasti anche una volta testata la versione europea completa ?

Il titolo si apre ad Hekseville, affascinante città con architetture appariscenti e la peculiarità, non da poco, di essere sospesa nel vuoto. Purtroppo non giova della quiete meritata per colpa dei Navi, creature inviate da un’oscura figura a creare scompiglio.

Qui noi prenderemo i panni della dolce Kat, ragazza senza memoria del suo passato che ha il particolare potere di controllare la gravità, accompagnata da un misterioso gatto nero.

La storia, che verrà narrata a capitoli, è di alto livello e fra colpi di scena e carisma dei personaggi intratterrà i giocatori fino alle sue fasi finali senza stancare. Qui assolutamente da premiare il lavoro del maestro Naoko Sato che ha saputo creare qualcosa di unico e coinvolgente.

Il punto focale di Gravity Rush è da ricercarsi nel profondo gameplay che offre tanti interessanti mix che riescono a stupire per il sapiente lavoro svolto, rendendo il titolo molto accattivante.

Prima di tutto troviamo un’interessante impostazione free roaming. La cittadina di Hekseville sarà infatti totalmente esplorabile mostrandosi discretamente vasta e davvero dettagliata.

La città sarà inoltre piena di NPC che altro a fare quattro chiacchere ci offriranno missioni secondarie che spazieranno nelle classiche raccolte di oggetti o battere alcuni nemici, ma che si mostrano davvero divertenti grazie al loro bilanciato, ma impegnativo, livello di sfida.

Sempre in città poi troveremo le missioni legate alla storia del gioco, che ci permetteranno di avanzare capitolo per capitolo, nell’avventura della nostra eroina.

Come già detto la caratteristica principale della nostra protagonista è la possibilità di controllare a piacimento la gravità intorno al suo grazioso corpicino.

Ogni angolo della città sarà raggiungibile grazie al controllo della gravità. Ovviamente però tutto ha una durata e per contenere il nostro esagerato potere avremo una barra che ce ne limiterà l’utilizzo ad una quantità prestabilita di tempo.

Per ovviare al problema però troviamo sparse per l’intera città varie gemme che faranno aumentare la barra offrendoci così altro tempo per divertirci con il nostro splendido potere.

Come ovvio però il gioco non si baserà sul semplice cazzeggio gravitazionale, ma avremo modo di dilettarci anche in varie battaglie che mostreranno le doti combattive della ragazza.

Un semplice sistema di combo ed alcune mosse speciali, che avranno effetti più o meno gravi a seconda del bersaglio, offrono un battle system che, seppur non spiccando per varietà, non farà pesare la mancanza di mosse.

A venire incontro alla varietà vi sono poi le boss fight che, grazie a nemici coriacei e davvero aggressivi, richiederanno una discreta dose di strategia e soprattutto di abilità nelle schivate, visto che troppi colpi si rivelano da subito fatali.

Questa difficoltà è comunque bilanciata, e grazie a questo riesce perfettamente a non rendere il titolo deprimente concedendo al giocatore l’errore, ma facendogli capire che non dovrà più accadere se non si vuole ottenere un game over.

Per chiudere il gameplay l’ultima cosa che vogliamo far risaltare è il fatto che difficilmente vi sentirete spaesati ed avrete problemi a capire in che punto siete della mappa.

Tanti spostamenti e cambi di inquadratura, non hanno creato nessun problema al senso di orientamento che, quantomeno per noi, non ci ha dato problemi a capire dove eravamo e dove dovevamo andare per continuare la missione in atto.

Tecnicamente il gioco fa cadere la mascella.

Il lavoro artistico ed il comparto tecnico sono davvero eccezionali e dove il primo si mostra come uno dei più accattivanti e carismatici dell’ultimo periodo il secondo non sfigura neppure davanti ad un titolo PS3 degli ultimi mesi.

Il cell shading utilizzato è spettacolare amalgamando colori e animazioni in un sinuoso vortice che porta il gioco ad essere subito inserito fra i più belli della portatile. Ogni angolo della città è curato nel dettaglio e non manca di stupire per la minuziosa cura che riesce a raggiungere.

Anche il comparto audio è di altissimo livello e si sposa magicamente con le immagini a schermo conducendo con ritmi sempre azzeccati le sequenze di gioco.

Gravity Rush centra in pieno il bersaglio e si mostra come il miglior titolo per la neonata portatile Sony, a pari merito con l’amato Uncharted.

Gameplay vario, divertente ed immediato e sopratutto quantomeno innovativo.
Ottima caratterizzazione dei personaggi.
Storia avvincente ed entusiasmante. comparto tecnico da paura.
Longevità notevole che raggiunge circa le 15 ore SOLO per la storia principale.

Tutto questo decreta per noi che Gravity Rush è super promosso !!!

gravity_rush_cover
9 Overall Score
Grafica: 9/10
Gameplay: 9/10
Longevità: 9/10

Innovativo e divertentissimo !!!

Caricamenti leggermente lunghi ...


Author: Tia & Leo Vedi tutti gli articoli di Tia & Leo
"Tante vite e poi... si muore."

Lascia un Commento